fbpx

Spigola all’acqua pazza, tradizione e sapore mediterraneo

Maricoltura Mar Grande

Maricoltura Mar Grande

spigola acqua pazza

Una ricetta semplice e gustosa, la spigola all’acqua pazza è veloce da preparare e molto salutare. Scopriamo le sue origini e come prepararla in pochi passaggi.

Niente di più vero, la spigola all’acqua pazza è sinonimo di tradizione e sapore mediterraneo.
Un piatto semplice, veloce da preparare ma tanto gustoso che viene apprezzato da tutti, grandi e bambini.
La sua origine è antica poiché questa preparazione è stata pensata dai pescatori che a bordo delle loro imbarcazioni cucinavano il pesce appena pescato per sfamarsi con i pochi ingredienti che avevano a disposizione. Vediamo i passaggi per preparare una buonissima spigola all’acqua pazza.

Come preparare la spigola all’acqua pazza

Questa pietanza ha una difficoltà medio/bassa, adatta anche a chi non cucina spesso. In totale ci si impiega circa un’ora per l’intera preparazione, comoda per chi lavora e non dispone di troppo tempo.

Gli ingredienti necessari per 2 porzioni sono:
– 2 spigole fresche
– 150 g Pomodorini
– mezzo bicchiere di vino bianco
– 2 spicchi di aglio
– prezzemolo
– olio extravergine d’oliva
– sale q.b.

Iniziamo pulendo bene il pesce, eviscerandolo sotto l’acqua fresca e asciugandolo con cura.
Aggiungiamo un pizzico di sale per insaporirlo. In una padella abbastanza larga aggiungiamo i pomodorini tagliandoli in quattro fette, gli spicchi d’aglio, un po’ di prezzemolo tritato, l’olio e il sale.
Accendiamo il fuoco a fiamma bassa e iniziamo a cuocere, adagiamo poi le spigole in padella e dopo qualche minuto di cottura sfumiamo il pesce con del vino bianco, lasciamo evaporare l’alcool e chiudiamo con un coperchio.

Facciamo cuocere a fuoco lento le spigole per circa venti minuti girandole spesso per una cottura uniforme. In caso di necessità aggiungete un bicchiere di acqua in padella. Quando l’occhio risulterà bianco significa che sono cotte. A fine cottura aggiungete un rametto di prezzemolo a crudo per donare colore e profumo al piatto et voilà le spigole all’acqua pazza sono pronte per essere mangiate.

Esistono delle varianti che prevendono anche l’aggiunta di cipolla, peperoncini e origano in padella per un gusto più accentuato. In tal caso, se preferite questa seconda opzione, vi basterà aggiungere questi ingredienti all’inizio insieme ai pomodorini.
E’ facoltativa anche la scelta di insaporire il pesce prima della cottura con l’aglio, oltre al sale, questo dipende esclusivamente dal gusto personale.

Curiosità: perché viene chiamata “all’acqua pazza”?


Certamente, tutti coloro che hanno scoperto questa ricetta per la prima volta si sono domandati il perché di questo nome insolito. Sembra che i primi ad avere cucinato il pesce “all’acqua pazza” siano stati i pescatori dell’isola di Ponza che utilizzarono l’acqua di mare insieme al vino bianco per cuocere il pescato. La schiumetta che si veniva a creare mescolando i due “ingredienti” diede origine al nome di questa preparazione che risultava essere un po’ pazzerella.
Altre fonti invece narrano che il nome derivi dall’elevato costo del sale che, ai tempi, era davvero un prezzo “pazzo” e i poveri pescatori che non potevano permetterselo trovarono un’alternativa molto più economica ma altrettanto valida per cucinare: l’acqua del mare.

Semplice e veloce, la spigola all’acqua pazza entrerà a far parte del vostro menù molto spesso dopo averla provata!  Per ottenere il piatto perfetto però non è sufficiente seguire alla lettera la ricetta, la cosa più importante è sempre avere a disposizione un prodotto di qualità perché se il pesce non è fresco, non c’è condimento o preparazione che consenta una buona riuscita. Affidatevi sempre a mani esperte, come le nostre.
Noi di Gigante da oltre cento anni portiamo sulle vostre tavole pesce di qualità e sempre fresco per garantirvi un sapore unico e indiscutibile, quello del mare.

Maricoltura Mar Grande

Siamo specializzati nell'allevamento di spigole e orate e nella depurazione dei molluschi bivalvi. Vendiamo al dettaglio due volte a settimana mantenendo il pesce a digiuno per ventiquattro ore, in modo da mantenere inalterata la sua conservazione.

Maricoltura Mar Grande

Siamo specializzati nell'allevamento di spigole e orate e nella depurazione dei molluschi bivalvi. Vendiamo al dettaglio due volte a settimana mantenendo il pesce a digiuno per ventiquattro ore, in modo da mantenere inalterata la sua conservazione.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su autorizzo si accettano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di Profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy

Chiama Ora

099 7333141
099 7333142